Skip to main content

Ecco i nostri 6 campioni della pace

Premiazione durante il Rotary Day alle Nazioni Unite a novembre

Sei soci del Rotary e alumni del Centro della pace del Rotary saranno omaggiati a novembre come Caampioni della pace: Pronti ad agire. Il loro impegno a favore dell'edificazione della pace e risoluzione dei conflitti sarà riconosciuto durante la Giornata del Rotary presso le Nazioni Unite a Ginevra, in Svizzera.

I premiati, i cui nomi sono stati annunciati durante la International Peace Day, sono tutti coinvolti in progetti che affrontano le cause del conflitto, tra cui povertà, disuguaglianza, tensione etnica, mancato accesso all'istruzione o distribuzione disuguale delle risorse.

I sei Campioni della Pace sono:

  • Jean Best, socia del Rotary Club di Kirkcudbright, Scozia. - Best è alla guida di un progetto di pace ideato per insegnare agli adolescenti le capacità per la risoluzione dei conflitti su cui fare leva per creare progetti di service correlati alla pace nella loro scuola e comunità. Best ha collaborato con i borsisti della pace presso l'Università di Bradford per sviluppare un piano di studi in merito. Ha anche lavorato con soci del Rotary club del posto e borsisti della pace per creare delle sedi di pace in Australia, Inghilterra, Messico, Scozia e Stati Uniti.

    Ha ottenuto il riconoscimento di Paul Harris Fellow per i suoi contributi nello sviluppo di strategie di pace.

     

  • Ann Frisch, socia del Rotary Club di White Bear Lake, Minnesota, USA. - Frisch ritiene che i cittadini disarmati possano proteggere le persone che vivono in mezzo ai conflitti armati. Ha collaborato con i soci del Rotary della Tailandia per la creazione del programma di formazione Southern Thailand Peace Process nel 2015 a Bangkok, Hat Yai e Pattani nel sud della Tailandia. Il gruppo ha riunito funzionari del settore dell'energia elettrica e dell'irrigazione, personale della Croce Rossa, un monaco buddista e una suora cattolica in questa regione di confine per formare i civili allo scopo di creare delle cosiddette zone sicure. In queste aree le famiglie, gli insegnanti e i funzionari del posto possono vivere lontano dal contatto giornaliero con le forze militari.

    Frisch, delegata delle Nazioni Unite a Ginevra, ha scritto il primo manuale sulla protezione civile senza armi, approvato dall'ONU. La sua formazione viene gestita dall'Istituto delle Nazioni Unite per la formazione e la ricerca, il dipartimento che addestra tutto il personale delle Nazioni Unite. 

  • Safina Rahman, socia del Rotary Club di Dhaka Mahanagar, Bangladesh. - Rahman è un'importante sostenitrice dei diritti delle donne sul posto di lavoro in Bangladesh. Come proprietaria di una fabbrica di vestiario, è stata la prima a fornire l'assicurazione sanitaria e sussidio di maternità ai suoi dipendenti femminili. Insieme al Gruppo d'azione rotariana per la pace ha contribuito a organizzare la prima conferenza internazionale di pace in Bangladesh. Come membro della Bangladesh Garment Manufacturers and Exporters Association sostiene la sicurezza sul posto di lavoro ei diritti dei lavoratori e promuove l'educazione delle ragazze e i diritti delle donne.

    Rahman ha fondato sei scuole costituite per il 62 per cento da ragazze. Le scuole offrono istruzione basilare, formazione professionale, prevenzione dei conflitti e corsi di salute e igiene.

  • Alejandro Reyes Lozano, socio del Rotary Club di Bogotá Capital, Colombia. - Reyes Lozano, un avvocato, è stato nominato dal Presidente della Colombia Juan Manuel Santos a far parte del ristretto gruppo incaricato ad assistere con i negoziati e stabilire i termini e le condizioni per porre fine al conflitto di 50 anni con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia (FARC). 

    Il suo Rotary Club ha lavorato con l'agenzia Mediators Beyond Borders International nella formazione di 27 donne di sei Paesi dell'America Latina per sviluppare le loro doti per l'edificazione della pace, la risoluzione dei conflitti e la mediazione in modo da poter affrontare i conflitti in seno alle loro comunità. Il progetto prevedeva anche la creazione di una rete internazionale di donne edificatrici di pace.

  • Kiran Sirah, ha studiato al Centro della pace del Rotary presso la University of North Carolina at Chapel Hill. - Sirah è presidente dell'International Storytelling Center del Tennessee, USA, che usa la narrazione come via per creare la pace. L'organizzazione cerca di ispirare e dare voce alle persone di tutto il mondo raccontando le loro storie, ascoltare le storie degli altri e utilizzando la narrazione per creare cambiamenti positivi.

    Kiran, figlio di rifugiati ugandesi, ha creato “Telling Stories That Matter”, una guida gratuita per gli educatori, gli edificatori della pace, gli studenti, i volontari e i leader aziendali. Questa risorsa è usata attualmente in 18 Paesi.

  • Taylor Stevenson,  ha studiato al Centro della pace del Rotary presso la International Christian University in Giappone. - Stevenson ha sviluppato un progetto con sovvenzione globale per migliorare le condizioni sanitarie per gli operatori ecologici di Pune, in India. Gli operatori provvedono allo smaltimento giornaliero di 20 tonnellate di rifiuti sanitari non avvolti. Stevenson ha collaborato con SWaCH, una cooperativa per la raccolta dei rifiuti, per creare la campagna "Red Dot", che prevede che le persone avvolgano i loro rifiuti sanitari in carta da giornale o buste contrassegnandole con un punto rosso.

    Questo aiuta gli operatori a individuare i rifiuti sanitari e fare la raccolta differenziata. Stevenson ha sviluppato l'intera campagna promozionale. Inoltre, ha curato le donazioni in natura a sostegno della causa, tra cui la disponibilità dei locali per fornire la formazione e la stampare dei materiali della campagne. È anche un'ambasciatrice di Global Peace Index

Rotary Day all'ONU

Approfondisci

Sostieni la pace

Dona